1946 – 1975

LA PRIMA GENERAZIONE

Maestria artigiana e spirito imprenditoriale
1935, Firenze

Un incontro cruciale

Aldemaro Nardi, di appena 10 anni d’età, ottiene un lavoro da Angelo Scuri, stimatissimo pellettiere milanese. Qua incontra Mario Bianchi, uno degli allievi più promettenti del maestro, il primo ad insegnargli come cucire le fodere e applicare le cerniere.

1946, Firenze

La fondazione della società

Due spiriti opposti e complementari: Nardi, dalle grandi idee, e Bianchi, dalle mani capaci. La Bianchi e Nardi nasce ufficialmente nel 1946, in una Firenze che rinasce dalle macerie del secondo conflitto mondiale.

1948

L’espansione

L’Italia riparte dopo la guerra. L’azienda si sposta in Borgo Pinti e cresce fino a contare una cinquantina di operai. Ad i clienti storici, come Guccio Gucci, si affiancano maison internazionali. Nella Parigi dei primi anni cinquanta Aldemaro Nardi incontra Coco Chanel, con cui inizia una proficua collaborazione.

1952

La sfilata in Sala Bianca

La collezione Bianchi e Nardi sfila nella Sala Bianca di Palazzo Pitti, evento ricordato per aver contribuito ad affermare la moda italiana nel mondo. Tra il 1951 e i primi anni ottanta, l’evento in Palazzo Pitti è uno tra i maggiori scenari della moda internazionale.

1966

La nuova fabbrica

Sorge a Scandicci la nuova fabbrica, moderna e funzionale. Ad appena cinque mesi dall’inaugurazione, lo stabilimento viene colto dall’alluvione che inonda Firenze. Dopo cinque giorni, con la collaborazione di tutti gli operai, l’acqua e il fango vengono rimossi e la produzione riprende.

1975 – 2013

LA SECONDA GENERAZIONE

Esperienza e internazionalità
1975

La formazione

Massimo Nardi, Marco Nardi e Mauro Bianchi seguono i padri alla guida del brand. Il loro ingresso in azienda parte dal basso, prima come operai poi come rappresentanti. Marco guida una Alfetta 1600 giallo ocra, personalizzata per trasportare i preziosi prodotti ai negozianti in Veneto, Lombardia, Piemonte e Liguria.

1978

La borsa Kimono

Le vendite si estendono fino al Giappone con la nascita di una borsa che si rivela l’accessorio perfetto da abbinare al kimono. Le signore giapponesi adorano la borsa in cerniera Bianchi e Nardi, che diventa un modello immancabile in ogni ordine dal Giappone.

1980

Una nuova direzione

La seconda generazione assiste al boom dei grandi marchi nel settore del lusso. Il mercato si trasforma repentinamente. Vengono abbandonati i modelli classici e immutabili degli anni cinquanta e intrapreso un percorso di ricerca stilistica.

2013 – 2019

LA TERZA GENERAZIONE

Ricerca del bello e spirito innovatore
2013

Uno spirito innovatore

Gabriele Bianchi, Giulia Bianchi, Alessandro Nardi, Andrea Nardi e Laura Nardi sono la terza generazione a capo della Bianchi e Nardi. Una guida giovanissima, ma di grande esperienza e con una forte predisposizione alla ricerca e all’innovazione.

2015

Bianchi e Nardi 1946

Con oltre 70 anni di esperienza nel campo della pelletteria di lusso, nasce il marchio “Bianchi e Nardi dal 1946”. È una storia di passione e professionalità che attraversa tre generazioni, e propone accessori sofisticati ed esclusivi per la donna contemporanea.

2018

La boutique e l’atelier

Viene inaugurata la boutique a Firenze, ad un passo da Piazza Signoria. È una scelta che celebra le origini fiorentine della maison e l’eccellenza esclusiva dei prodotti, presentati come gioielli. Segue, nei primi mesi del 2019, l’apertura dell’atelier a Milano, città internazionale della moda.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. By using the site, you accept the use of cookies on our part. maggiori informazioni / find out more

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi